Godzilla. Porsche Killer. Nissan GT-R è sinonimo di prestazione estrema, esagerazione made in Japan. La genealogia cavalleresca della GT-R risale al 1968, cinquant’anni fa, quando la prima generazione venne presentata al Salone di Tokyo, nome in codice KPGC10.

Soprannominata Skyline, debuttò sul mercato giapponese l’anno successivo, equipaggiata con un motore 6 cilindri in linea di 2.0 litri da 160 cavalli, da scatenare sull’asse posteriore attraverso un cambio manuale 5 rapporti. Nel ‘72 arrivò la seconda generazione, ribattezzata “Ken and Mary”, a causa di uno spot dell’epoca in cui si poteva vedere una giovane coppia che si godeva il paesaggio al volante della Skyline. 

Nissan realizzò anche una versione da competizione della vettura, presentata al Tokyo Motor Show del ‘72, che purtroppo non partecipò a nessuna gara. Lo scorso novembre la belva vintage è stata riportata in pista al Fuji, in occasione del Nismo Festival 2017, e per l’occasione è stato realizzato un on board tutto da vedere.