La passione per le automobili può diventare una piacevole e sana dipendenza, ricca di fantasia. Perché le auto fanno parte della nostra vita, sono protagoniste e compagne delle nostre giornate e, soprattutto, raccontano storie che, spesso, coincidono con quelle di noi umani. 


A tutto questo abbiamo pensato varcando la soglia del più sorprendente, completo e variegato museo dedicato alle quattro ruote: il Museo Pollini, situato nella palazzina della Carrozzeria 3T in via Guido Rossa, a Casalecchio di Reno, Bologna. Un antro magico nel quale l’automobile diventa, via via, un compagno di viaggio, un essere quasi pulsante della nostra esistenza.


Tutto merito del dottor Giovanni Pollini e dell'associazione 'Conoscere il passato vivendo il presente’. In mostra, nelle sale dell’esposizione, brillano modelli d’epoca che hanno accompagnato più generazioni evidenziando quel sottile legame che esiste tra auto e mondo del cinema, della moda, dello sport, della politica e dell'arte. 

“Sin da piccolo, quando frequentavo il Liceo classico Minghetti di Bologna, ho coltivato due passioni: quella per la medicina e quella per le automobili”, ci ha raccontato Pollini. “Possiedo alcune Lancia storiche tra cui l’amatissima Fulvia di fine anni ’60, che ho guidato tutti i giorni per svolgere la mia professione. Organizziamo anche visite guidate e incontri tematici sul mondo e sulla storia dell’auto. Grande rilievo ha avuto quello sulle auto purtroppo protagoniste di eventi storici quali gli attentati ai grandi del mondo, dalla Lincoln Continental sulla quale venne ammazzato John Kennedy alla Fiat Campagnola protagonista dell’attentato a Papa Giovanni Paolo II. Molto graditi anche gli incontri sulle auto nel cinema, con tutti i modelli guidati dai vari 007 nella serie di James Bond”.


Nelle sale ecco migliaia di modellini originali di vetture d’epoca, comprese quelle che furono testimoni di fatti storici importanti come l'attentato a Kennedy. E poi depliant pubblicitari, antichi libretti d'uso e manutenzione, riviste specializzate e tutti gli oggetti oggetti che gravitano intorno al mondo delle quattro ruote (dalle radio a valvole ai giradischi, dai primi biglietti dell'autostrada ai contachilometri degli anni ’50 e ’60 e tante altre curiosità). 


In questo particolarissimo antro magico non manca neppure una sala per le proiezioni e le poltroncine sono, naturalmente, sedili d'auto. La mostra è aperta per le visite guidate, differenziate per contenuto in relazione al tipo di visitatori (scolaresche, turisti, accaniti appassionati d'auto) e possono essere prenotate solo su appuntamento. Per informazioni: tel. 051.520311 ore 20-21(www.conoscereilpassatovivendoilpresente.it).