GINEVRA. La preannunciata offensiva di prodotto Opel sta marciando a pieno ritmo. E come anticipato, l'azienda tedesca, fresca di acquisizione da parte di PSA, ha sfoderato al Palexpò un'interessante doppietta: Insignia Grand Sport e Crossland X.

La prima, rinnovata ammiraglia del marchio (disponibile anche in versione Sports Tourer), evolve decisamente nel design, ispirato alla concept Monza, sfoderando linee aggrssive e ambizioni da classe superiore. Lunga 4,897 metri vanta un abitacolo decisamente spazioso abbinato a un bagagliaio da quasi 500 litri di volume. 

La seconda generazione di Insignia si distingue anche per la gamma di tecnologie disponibili, dai già noti fari intelligenti IntelliLux Led , alla trazione integrale con torque vectoring, passando al nuovo head-up display e terminando con il sistema di connettività con Opel OnStar, l’assistente personale, che consente, ad esempio, di prenotareuna camera d'albergo o cercare un parcheggio, parlando con un operatore mentre si viaggia. 

Tecnologie in buona parte condivise con l'inedita Crossland X, che va ad occupare il posto attualmente occupato dalla Meriva, sostituendo la monovolume con il suo look da urban crossover. Che nonostante la lunghezza contenuta in 4,21 metri (7 centimetri in meno di Mokka X e 16 in meno di Astra) offre un bagagliaio da 520 litri. 

I due nuovi modelli si inseriscono nella già citata offensiva ‘7 nel 17’, che vedrà il lancio di sette nuovi modelli nel corso dell’anno: l'elettrica Ampera-e, l’avventurosa Insignia Country Tourer a trazione integrale, un nuovo Opel Vivaro e il crossover di segmento C Grandland X