Giro di vite, a nostro parere sacrosanto. La patente sarà sospesa per chi usa lo smartphone in auto mentre è alla guida.

Via la licenza di guida a chi prende il telefono in mano durante il tragitto. Questa è la sintesi del decreto legge, previsto per maggio, per chi usa il cellulare mentre è al volante.

Lo ha detto il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Riccardo Nencini. Il provvedimento prevede l’immediata sospensione della patente da uno a tre mesi. Mentre oggi è prevista solo in caso di recidiva nell’arco di due anni. In caso di prima volta c'è solo detrazione di 5 punti della patente, oltre alla multa. Ma non sarà più così Con il nuovo decreto ci sarebbe quindi la sospensione sin dalla prima infrazione. Auricolare o vivavoce sono indispensabili per le auto che non hanno (ma sono già molte) il comodo Bluetooth in dotazione.

Navigazione, chat e selfie sono banditi: due mani sul volante. L’inasprimento del provvedimento è stato valutato non solo per la pericolosità di togliere una mano dal volante per parlare, ma soprattutto perché moltissimi tolgono lo sguardo dalla strada causa le app degli smartphone che permettono di chattare, navigare, scattarsi selfie e postarli sui social network. Causando rischi enormi per se stessi e gli altri sulla strada. Entro poche settimane dovrebbe diventare tutto operativo