Un altro primato per Bugatti, che ha prodotto la prima pinza freno con la tecnologia della stampante 3D. Si tratta ovviamente della pinza della Chiron, che vanta un'altra esclusiva: è realizzata in titanio. L'innovazione ha una importante valenza di efficienza. Nei confronti delle pinze  freno tradizionali in alluminio, quelle in titanio e 3D pesano il 40% in meno: ovvero 2,9 chilogrammi invece che 4,9. Il titanio dispone poi di una resistenza e di una forza nettamente maggiori. Non per niente è usato in areonatica da decenni dove le sollecitazioni sono molto più elevate.

Nessuno al mondo con una stampante 3D realizza un oggetto in titanio così grande. Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione del Laser Zentrum Nord di Amburgo con la celebre Casa delle hypercar. Giustificato l'orgoglio di Frank Gotzke, responsabile delle nuove tecnologie Bugatti. "Lo sviluppo delle auto è un processo senza fineQuesto è particolarmente vero alla Bugatti. Nel nostro continuo lavoro di sviluppo pensiamo sempre a come i nuovi materiali e processi possono essere usati per rendere ancora migliori i nostri modelli. Le nostre richieste sono spesso ai limiti concessi dalla fisica. Per questo Bugatti arriva sempre un passo avanti agli altri costruttori nello sviluppo di soluzioni tecniche". L'utilizzo delle stampanti 3D non si ferma qui.