Lo schema è semplice. Due modalità di gioco: arcade e Gran Turismo. Nella prima, hai a disposizione quasi 300 macchine diverse, ognuna con le proprie caratteristiche di guida, per affrontare gare di varia difficoltà in diversi circuiti. La seconda corrisponde alla modalità carriera: sei un giovane pilota che, attraverso prove ed esami, cerca di raggiungere il massimo delle abilità di guida e i tracciati più prestigiosi.

Non solo. Per la prima volta, il controller DualShock fa vibrare il joypad in maniera realistica, le vetture corrono come nella realtà e, soprattutto, i replay in stile televisivo rendono il dopogara più eccitante che mai.

È l’8 maggio 1998. La Polyphony Digital, azienda giapponese della Sony sviluppatrice di videogiochi, lancia sul mercato europeo il primo “Gran Turismo”. Diventerà il videogioco automobilistico più venduto di sempre, entrando nella storia dei videogame a quattro ruote.