Da tempo si parla e si scrive della possibile rivoluzione nel sistema delle consegne con l’utilizzo dei droni. Il colosso dell’e-commerce, Amazon è in prima linea nella sperimentazione e lo scorso giugno ha presentato a Las Vegas re:Mars, un velivolo che può consegnare pacchi di peso contenuto in mezzora in un raggio d’azione di 15 km.

Seat, dal canto suo, ha anticipato i tempi e, da una settimana circa, ha lanciato un servizio di consegna aerea di parti e componenti  per auto, destinato a rivoluzionare la logistica dello stabilimento principale del marchio, in Spagna, situato a Martorell nei pressi di Barcellona. 

Cupra concept, anticipa la futura Seat Leon?

Seat, con i droni tempi di consegna ridotti dell'80%

Il servizio è nato da una partnership tra Seat, il Grupo Sesé e la AESA, l'Agenzia spagnola per la sicurezza aerea e prevede diversi voli al giorno di consegna tra il centro logistico di Sesé ad Abrera con Martorell, distanti tra loro circa 2km. Nonostante la vicinanza, il servizio di spostamento delle componenti automobilistiche svolto tra le due strutture con l’utilizzo di camion e altri mezzi gommati richiedeva circa 90 minuti di media per essere completato.

Con i droni, invece, i tempi di consegna si riducono notevolmente a circa 15 minuti con un conseguente miglioramento dell’efficienza dei processi di lavorazione sulle linee di assemblaggio e una notevole riduzione delle emissioni di Co2 rispetto al trasporto su gomma. A tal proposito, inoltre, le batterie dei droni saranno ricaricate utilizzando energia rinnovabile.

“Con questa innovazione stiamo rafforzando l'Industria 4.0 e diventeremo più efficienti, agili e competitivi, oltre che molto più sostenibili” ha dichiarato Christian Vollmer, Vicepresidente Seat per la produzione e la logistica. "E’ il primo passo verso la trasformazione della catena di fornitura nel settore automobilistico – prosegue Vollmer - La consegna con i droni rivoluzionerà la logistica e, nel caso di SEAT,  ridurrà i tempi di consegna dell'80%."