Per capire quanto a fondo siano andati in casa Mansory con gli interventi di trasformazione della Ferrari 488 GTB in 4XX Siracusa è sufficiente sottolineare due dettagli: sono stati sostituiti anche gli scudetti del Cavallino rampante e modificata la temperatura delle luci diurne a led. A molti sembrerà un oltraggio e al tempo stesso un'assurdità, sacrificare l'originalità di una supercar come la 488 GTB (insieme a 212 mila euro, prezzo di partenza della Rossa turbo). Il fattore economico chiaramente non è un problema per chi sceglierà di passare dal tuner tedesco e regalarsi una 4XX Siracusa.

Si avranno 120 cavalli in più dal V8 biturbo 3.9 litri e 110 Nm di coppia extra, per una scheda tecnica che fissa i nuovi riferimenti a 790 cavalli e 870 Nm, con prestazioni solo marginalmente migliorate nei valori assoluti: 2"9 per accelerare da zero a cento, 1 decimo guadagnato, e 341 km/h contro i 330 assicurati di serie. Una nuova linea di scarico, insieme a una gestione elettronica rivista, permettono di staccare numeri esagerati, oltre ai quali c'è una veste stilistica stravolta. 

Tuning 488 GTB, VOS la porta a 900 cv

Mansory realizza in-house tutte le componenti in fibra di carbonio, vantaggio che ha permesso di creare uno splitter dedicato, insieme a deviatori di flusso sulle prese d'aria del muso,  proseguendo con minigonne a lama, griglie sui passaruota anteriori per ridurre le turbolenze, un tetto con montanti anteriori in fibra a vista, così come le calotte degli specchietti, proseguendo al retrotreno con il diffusore e un complesso aerodinamico estremizzato alla base del lunotto: il cassettino dell'ala soffiata è stato conservato, in aggiunta, ecco delle alette a sbalzo sopra i fari posteriori.

Mansory 4XX Siracusa poggia su cerchi forgiati da 20 pollici all'anteriore e 21 al posteriore,  insieme a molle progressive che ribassano il corpo vettura di 20 millimetri.

Ferrari 488 GTB, la prova su strada

L'eleganza dell'ambiente interno Ferrari lascia posto a un abitacolo rivestito interamente in pelle, nera e trapuntata sul fondo, abbinata a cuciture a contrasto e loghi Siracusa 4XX sui tappetini, Mansory sui sedili e le soglie battitacco. Palette del cambio, cornici della strumentazione, volante, tutto ostenta un mix di materiali e colori caro al tuner tedesco e così distante dalla raffinatezza sportiva di Maranello.