Con il lancio della SLC, Mercedes ha rinnovato la roadster compatta senza per questo snaturare i principi ispiratori che hanno decretato il successo della SLK in venti anni di onorata carriera.

La mutazione impostata dai designer di Stoccarda può essere resa ancora più marcata grazie all’intervento di Piecha. Il tuner tedesco ha provveduto innanzitutto a ribassare l’assetto di circa 25 mm grazie ad un set di molle sportive appositamente realizzate.

A trarne vantaggio non è solo il look più sportivo ma soprattutto l’handling ed il piacere di guida. Per ampliare le carreggiate ha poi alluminio, inseriti sul mozzo ruota, sui quali vengono poi fissati i cerchi in lega Jade R da 19”.

Caratterizzati da sei razze a fascia, questi cerchi sono disponibili nella misura 8,5x19” per l’anteriore e 10x19” al retrotreno, in abbinamento rispettivamente a coperture 235/35 e 275/30.

Interessanti per i possessori di SLC anche due moduli aggiuntivi sviluppati appositamente per questa vettura. Il primo è il Piecha Power Converter che assicura una risposta più rapida del propulsore alla pressione sul pedale dell’acceleratore, rendendo così il motore più pronto e reattivo.

Il secondo è il Vario Roof Module: premendo un pulsante sul telecomando della vettura è possibile aprire o chiudere il tetto della SLC. Operazione che può essere comunque compiuta anche con vettura in movimento fino a 60 km/h.