L'avvento della nuova 720S ha messo qualche dubbio ai proprietari della 570S? Ci sono tutte le possibilità per farla rimanere una "hardcore supercar".Intervenire su una sportiva di razza come la McLaren 570S può sembrare un’eresia? Novitec l’ha fatto, e con ottimi risultati, rendendola ancora più emozionante.

Il kit aerodinamico in fibra di carbonio non poteva essere sviluppato se non in galleria del vento. Esso si compone di splitter anteriore con nuove prese d’aria, minigonne laterali riprofilate e in coda spuntano un ampio estrattore e un generoso alettone. Una rivisitazione così importante non può certo trascurare i cerchi, ora forgiati e dal design pentarazze nella misura di 9JX20” all’anteriore (con pneumatici 235/30) e 11JX21” al retrotreno (con coperture 305/30). Il giusto setup dell’assetto è stato eseguito mediante specifiche molle sportive che ribassano il baricentro di circa 30 mm.

Il capitolo motore è probabilmente quello più interessante: il V8 sovralimentato della McLaren 570S è stato sviluppato mediante il modulo aggiuntivo plug-andplay Novitec N-Tronic, che offre due step di incremento selezionabili direttamente dall’abitacolo mediante un apposito pulsante. Il secondo è il più performante e consente un incremento di 75 cv e 92 Nm di coppia.

Parte del merito è dello speciale impianto di scarico realizzato in pregiato Inconel, dotato altresì di catalizzatori sportivi. Grazie a quest’intervento la due posti inglese accelera ora da 0 a 100 km/h in 3” e raggiunge i 335 km/h di punta massima. Infine l’abitacolo, per il quale il tuner tedesco ha attinto a piene mani ad alcantara e pellami di qualsiasi fantasia e colorazione, per dare libero sfogo a qualunque esigenza personale.