Che il tuning non sia una questione per puristi può essere un concetto condivisibile. Che a volte riesca a dare più pepe a certi modelli, anche. Alcuni casi in ogni modo sono oggettivi. Come quello della Lamborghini Espada elaborata dai russi.

Uno scempio, senza tanti giri di parole. La Lamborghini Espada è stata una V12 per 4 (persone) concepita a fine anni '60. Per certi aspetti non lontana dal concetto della Ferrari FF. Molto affascinante, prodotta in circa 1300 esemplari tra il 1968 e il 1978.

Dotata anche di stravaganze extralusso per l'epoca come il frigobar o il televisore a bordo, ma capace anche di una potenza fino a 350 cavalli.  Un'automobile molto speciale, disegnata da Bertone grazie alla matita di Marcello Gandini, autore di altri capolavori come la Miura, Countach, la Lancia Stratos o l'Alfa Romeo Montreal. In mezzo a questo parterre de roi la Espada non sfigura.

Anzi, con i decenni sembra avere guadagnato fascino. Ma non è il caso di questo modello. Letteralmente seviziato, all'esterno e all'interno da un pacchiano upgrade. Nei colori e nelle forme. Non c'è praticamente nulla di Lamborghini. La Espada è stata appensantita e resa molto più volgare. Le foto, tra le quali ne abbiamo inserito qualcuna del modello orginale, dicono già tutto: si configura la lesa maestà.