C’è la via normale di personalizzare la propria Rolls Royce Dawn, che passa dal ricco programma ufficiale della casa, gli specialisti del team Bespoke. Poi c’è il modo alternativo, il tuning affidato a Novitec, che nelle realizzazioni su base Rolls Royce diventa SPOFEC. Acronimo della statuetta sul muso, la SPirit OF ECstasy. SPOFEC Dawn Overdose allarga le spalle, oltre i 195 centimetri di serie, 13 centimetri extra di larghezza frutto di un bokykit in fibra di carbonio che avvolge le ruote, abbraccia i paraurti e si lega alle soglie sottoporta, non senza creare un’elegante soffiatura dietro le ruote anteriori. Primo intervento. 

Le cromature lasciano il posto ai dettagli in fibra di carbonio, dal labbro sul bagagliaio alla linea di cintura, che prosegue e sottolinea montanti e parabrezza. Realizzati appositamente per la Dawn Overdose, i cerchi da 22 pollici, gommati 295/30 R22, dietro i quali spunta l’impianto frenante carboceramico con dischi maggiorati, da 405 mm quelli anteriori e 395 mm i posteriori.

Elaborato - con gusto - lo stile, SPOFEC ha rivolto le attenzioni alla meccanica. Il motore twin-turbo V12 da 6,6 litri incrementa di 115 cavalli e 160 Nm i valori di potenza e coppia, merito di un aumento di pressione dei turbocompressori e del modulo di gestione delle nuove mappe motore, N-Tronic. In totale, 686 cavalli e 980 Nm, per scattare 3 decimi più rapida sullo 0-100 km/h: 4”6.

Rolls Royce Dawn, l'"alba" delle cabrio iperlusso

Rolls Royce Dawn, nella trasformazione in SPOFEC Overdose, modifica anche le sospensioni ad aria, in grado di ridurre l’altezza da terra del corpo vettura di 4 centimetri, fino ai 140 orari. Nessuna variazione della velocità massima: il limitatore sorveglia e interviene a 250 km/h. Benefici riservati. SPOFEC realizzerà solo 8 esemplari di Dawn Overdose.