Senza tempo. Un gattone buono per ogni stagione, tanto più quando si presenta con la cura firmata Gunther Werks e diventa 400R. Porsche 911, serie 993, sembra essere l'oggetto dei desideri per quanti, artisti del dettaglio, intendono proporre un classico rivisitato e dalle prestazioni esaltanti. Singer DLS ha offerto la propria visione, Gunther Werks arriva dagli USA con una variante altrettanto convincente (e costosa). Si parte da 450 mila dollari, vezzi personali a parte, per trasformare una 993, di suo non esattamente quel che si può definire un usato a prezzo da saldi.

Primo intervento: svestirla e donarle un abito in fibra di carbonio. Eccezion fatta per le portiere, veste la leggerezza, la 400R. Per raggiungere i 1.211 kg in ordine di marcia, l'abitacolo ha sacrificato la panca posteriore e il rivestimento sul pavimento. Sedili a guscio, ovviamente in fibra di carbonio, al cliente è lasciata libera scelta nella personalizzazione: qualsiasi gadget o interpretazione degli interni sarà realizzata. Alcantara, pelle, alluminio, carbonio, l'imbarazzo della scelta. Venti dei 25 esemplari destinati alla produzione sono già stati commissionati

Tutti, adottano carreggiate allargate, ottenute sfruttando i punti di installazione delle sospensioni pensati da Porsche per le trasformazioni della 911 stradale in 993 pronta per la pista: 160 centimetri, davanti come dietro, passaruota ampliati di 3 centimetri, sospensioni completamente riviste nelle geometrie. Solo il materiale dei triangoli delle sospensioni resta invariato. Nuovi portamozzi alleggeriti, nuovi ammortizzatori KW regolabili, sistema idraulico di sollevamento del musetto per affrontare dossi e insidie cittadine, boccole e barre antirollio irrigidite. Così, per offrire la miglior esperienza di guida.

Traiettorie da pennellare spinti dal boxer 6 cilindri aspirato da 4 litri, un cuore curato da Rothsport, specialista con sede in Oregon, che ha fatto ricorso a pistoni Mahle e singolo corpo farfallato per ciascuno dei sei cilindri, a vantaggio della prontezza di risposta del motore. Zona rossa a 7.800 giri, oltre 400 cavalli, 447 Nm di coppia. L’elettronica Motec offre una configurazione specifica in abbinamento allo scarico con valvole a controllo remoto, buona per giganteggiare dall’alto dei 431 cavalli. Il cambio manuale Getrag delle origini ha ricevuto una rapportatura modificata, trasmissione completata da una frizione irrobustita.

Su richiesta, lo scarico in acciaio potrà sostituirsi con una linea in titanio, in entrambi i casi resta un optional il controllo della seconda linea mediante valvola elettronica.