Al mito, sportivo, del Biscione, preferisce la mitologia. Pogea 4C Zeus è l’ultima opera, di fatto una terza applicazione sul tema, sviluppata partendo dall’emozionale coupé del marchio di Arese. Una revisione totale, che abbatte il peso di 100 kg e incrementa la potenza di 100 cavalli, "meno" e "più" che non si compensano ma si sommano, per una formula che, nella matematica del tuning, dà un risultato unico e in grado di incrementare le prestazioni.

Il pacchetto aerodinamico interamente in fibra di carbonio si sviluppa dalla nuova fascia anteriore, con splitter integrato, alla copertura del motore che rinuncia al lunotto per far spazio a due prese d’aria e una serie di feritoie di evacuazione del calore, gestione termica che vede ottimizzato anche il raffreddamento dei liquidi di motore e cambio.

Rinnovamento stilistico-aerodinamico che incide anche sul retrotreno, tra la fascia in fibra di carbonio a vista – come l’ala, il tetto e la cover del motore – il paraurti con aperture di ventilazione dietro le ruote e il diffusore, con al centro i terminali di scarico di una linea completamente ripensata, dal downpipe in giù.

È la punta dell’iceberg di un’operazione leggerezza alla quale partecipano anche i cerchi forgiati, una frizione rinforzata e alleggerita da dischi ceramici, interni rivestiti in Alcantara e pelle.

Il dato finale, alla bilancia, è da peso massimo: appena 904 kg con il pieno di carburante, da un dato di partenza di 1.007 kg, in entrambi i casi senza impianto hi-fi, che su Pogea 4C Zeus comprende la telecamera posteriore.

Il segno “più”, alla voce motore, porta potenza e coppia a registrare 351 cavalli e 458 Nm, numeri possibili grazie alle modifiche apportate al turbocompressore di serie, dell’1750 cc Alfa Romeo, abbinate all’adozione di una pompa del carburante ad alta pressione e collettori di scarico elaborati.

Non solo potenza, per sentirsi re dell’Olimpo, ma anche una sana rivisitazione dell’assetto, con ammortizzatori e molle firmati KW, regolabili, dall’altezza da terra ridotta di 50 millimetri e il supporto di un asse anteriore sollevabile per le esigenze della marcia in città. I cerchi forgiati, da 18 e 19 pollici sui due assi, calzano gomme Michelin Pilot Sport 4S.

Quanto serve per avere Zeus ai propri servizi? Il prezzo è da Olimpo, come le prestazioni – 3”4 sullo zero-cento (-1”1 di miglioramento), 8”1 da 100 a 200 orari e 304 km/h di punta massima (+46 km/h di incremento) -, visti i 50.100 euro più iva che serviranno per la trasformazione realizzata da Pogea. Prezzo, ovviamente, esclusa la 4C da sottoporre al trattamento.