Dici tuning in casa BMW e MINi e AC Schnitzer è una garanzia. Realizzazioni mix di buon gusto e interventi meccanici profondi, a estrarre prestazione. Cosa accade se, al quartier generale di Aquisgrana, bussa una BMW i3?

Trova un interessante pacchetto aerodinamico e un assetto rivisto. Non è ancora il tempo dell’elaborazione del motogeneratore, di intervenire sull’elettronica. Chissà se mai lo sarà.

I3 ha svelato il volto un po’ più dinamico con il restyling, i3s. Schnitzer va oltre, propone un assetto con distanziali sulle quattro ruote da 12 millimetri, per un ampliamento di carreggiata di 24 millimetri, molle dedicate riducono l’altezza da terra di 20 millimetri. Così, l’elettrico da città “assettato” per dare un’altra impressione.

BMW i3 2018, l'autonomia cresce in doppia cifra

Il contributo del pacchetto aerodinamico arriva con uno splitter applicato al paraurti anteriore e un’ala posteriore vera, separata dal piccolo spoiler di serie.

All’interno, oltre alla pedaliera in alluminio, il tuning applica una placca dello stesso materiale al controller dell’iDrive.

L’unico limite all’installazione del pacchetto sviluppato da AC Schnitzer è nella presenza del range extender, versioni di i3 per le quali non è possibile la personalizzazione. In presenza delle sospensioni sportive di serie, invece, la riduzione dell’altezza da terra è di 10 mm.