Presentazione

E' successo finimondo alla Land Rover da quando — e sono passati quasi cinque anni — la Range Sport ha iniziato a calcare le scene. Il vecchio padrone americano, la Ford, l'ha mollata e un nuovo pretendente l'ha fatta sua, formando un insolito agglomerato industriale in cui la capogruppo, l'indiana Tata, marchio low cost perlopiù concentrato sul mercato locale, si affianca a due mostri sacri dell'automobilismo inglese quali sono Land Rover e Jaguar.
Come spesso succede in questi matrimoni, almeno sulle prime gli effetti che hanno sulla normale produzione sono tutt'altro che devastanti. Non fa eccezione la Range Sport, che semmai è arrivata un po' lunga al restyling di metà carriera, affidando il necessario ringiovanimento più alla sostanza che all'apparenza.