Design

A richiesta sono presenti alcuni accessori che possono rendere ancor più accattivante l'aspetto della Quadrifoglio Verde: da piccoli dettagli come le pinze freno verniciate di rosso, fino a elementi di maggior impatto visivo come le ruote da 18”, per riempire meglio i passaruota; un optional che tra l'altro, a un prezzo affatto esoso (950 euro), aggiunge pure le inedite sospensioni attive a controllo elettronico sviluppate in collaborazione fra Alfa e Magneti Marelli.
C'è dunque più carne al fuoco, semmai, sotto il profilo tecnico. A partire dalla terza e più potente evoluzione della famiglia dei 1.4 MultiAir, che grazie all'apertura valvole con comando elettroidraulico riescono a ottimizzare prestazioni e consumi. Questa variante da 170 cavalli, che segue la 105 e la 135, porta peraltro al debutto il nuovo cambio meccanico 6 marce C635, capace di reggere fino a 350 Nm di coppia e presto disponibile anche in versione a doppia frizione.
Alfa Romeo MiTo Quadrifoglio Verde