In un anno dove le celebrazioni per i 100 anni di Citroën si susseguono senza sosta, il 7 ottobre la Casa francese festeggia anche un altro importante traguardo. Si tratta del cinquantesimo anniversario dalla produzione della DS 21 I.E. Pallas. Con questo modello il totale delle DS prodotte, dal lancio della DS 19, arrivò a un milione.

The World Inspired by Citroën: una mostra per i 100 anni

La storia e la produzione

La DS 19, vettura che ha segnato la storia non solo di Citroën ma più in generale dell’intero mondo automobilistico, è stata prodotta dal 1955 al 1975. Nell’anno di debutto, il 6 ottobre, il Salone dell’Auto di Parigi fu la cornice dentro la quale venne mostrata per la prima volta la DS 19. La produzione partì due mesi dopo.

Ne seguì un successo che è rimasto negli annali: dalle (sole) 62 vetture costruite nel 1955 si passò a 10mila l’anno successivo, 26 mila nel 1957, e poi 60/70mila all’anno fino a fine produzione.

Citroen DS 19, l'erede della Traction Avant

Nonostante si fosse presentata come un’auto di lusso, la DS 19 riuscì a conquistare una grande fetta di pubblico, fatturando numeri decisamente maggiori rispetto alle colleghe di categoria. Non stupisce allora ciò che accadde il 7 ottobre 1969. La fabbrica di Quai de Javel realizzò la DS numero 1milione.

Evento memorabile

Per tutti, stampa compresa, si trattò di un evento fuori dall’ordinario. Per questo i media vennero invitati ad assistere e a documentare l’avvenimento: l’ultima volta era successo ben 34 anni prima, per la scomparsa di André Citroën. Nasce la DS 21 I.E. Pallas, dalla carrozzeria color Sable Métalliseé (un oro metallizzato), poi esposta nello showroom sugli Champs Elysées. Niente vendita, niente asta: il milionesimo esemplare diventò il primo premio di una lotteria la cui estrazione si tenne il 19 ottobre 1969. A essere baciato dalla fortuna, un 22enne studente francese.