Fiat Centoventi sarà Panda del prossimo decennio? E’ ancora presto, ma la Casa torinese da tempo sta raccogliendo informazioni sul potenziale gradimento della nuova vettura. Che, sin dal suo esordio al Salone di Ginevra nella scorsa primavera, è stato molto alto.

Per le forme, certamente originali, ma soprattutto per i contenuti e la nuova concezione di auto che ha presentato al pubblico. 

Centoventi esprime la visione di Fiat della mobilità elettrica e democratica, non solo urbana, ed incarna il concetto Fiat di Less is more”. Sin da subito le parole di Olivier Francois, President Fiat Brand Global, sono state chiare.

L’ultima tentazione è il configuratore di Centoventi operativo sul sito Fiat. Almeno online si può personalizzare la propria auto. Trattandosi di una concept non in commercio, lo strumento è operativo in quattro sezioni. In ogni molto molto significative. E’ possibile scegliere tetto, da cabrio a una copertura vetro, il modulo frontale con vari colori come anche il paraurti, i copri ruota e c’è anche il wrapping. 

Tutto è completamente modulabile. Il mix, di fatto, è infinito, con qualsiasi accostamento. Ma c’è anche il “piatto pronto” con allestimenti proposti da Fiat, quali Beach, Fashion, Freetime, Office e Work. Realizzati in base alle necessità.

Nata per essere la tua Fiat” è lo slogan di lancio, senza dubbio centrato. Nessun accenno agli interni, che comunque sono stati annunciati come modulabili. Da cinque posti, fino a due, per avere la massima capacità di carico. E resta anche il piano batterie, ovvero di avere accumulatori a salire: in grado di consentire da 100 a 500 km di autonomia. Con un prezzo a crescere, non di poco ovviamente. ma che potrebbe partire da circa 18.000 euro per la versione più basica.