La quinta generazione di Renault Clio, uscita sul mercato nel 2019, è una delle sette finaliste del premio Auto dell’Anno 2020. Il modello, divenuto ormai un’icona nella storia dell’automobilismo, vincendo andrebbe a fare compagnia alle sorelle della prima e terza generazione, già trionfatrici del prestigioso titolo. Per un Triplete che non avrebbe eguali.

1991: CLIO CERTIFICA L’INIZIO DI UN SUCCESSO

La prima Clio, la primissima generazione, aveva già vinto nel 1991, un anno dopo la presentazione al Salone di Parigi. La Casa della Losanga la progettò per trovare un’auto che potesse far lievitare il numero di vendite nel mercato nordamericano, che a differenza di quello europeo, negli anni Ottanta, non era floridissimo.

Clio nacque quindi come erede della Supercinque, da cui si discostò sin da subito partendo dalle forme. Niente di spregiudicato: un design semplice, ma dinamico e pulito, da vera compatta. Venne lanciata con tre motorizzazioni, tutte benzina: 1.1 (carburatore doppio corpo) da 48 CV, 1.2 a iniezione elettronica da 58 CV e 1.7 da 78 CV. L’allestimento base viene denominato RN, a cui segue RT, in cui vengono aggiunti i vetri elettrici anteriori, la chiusura centralizzata e i fendinebbia.

Il nome è un’idea di Marcel Botton. Il buon Marcel, nella sua vita, ha svolto diversi lavori, ma è noto per aver fondato l’azienda di brand naming Nomen. Ispirandosi alla mitologia greca e a Kleos, musa che porta gloria a coloro che sono decantati dalle canzoni e dai poeti, conia il nome Clio. Il titolo di Auto dell’Anno 1991 certifica che il modello è destinato a fare la storia.

2006: IL BIS È SERVITO

Clio fa il boom di vendite in Francia e nel mondo. La seconda serie diventa la più longeva di tutte, 14 anni, ma è la terza, lanciata nel 2005, a portarsi a casa il premio di Auto dell’Anno, un anno dopo l’introduzione nel mercato.

Dalle dimensioni maggiorate secondo le tendenze dei primi anni Duemila, che volevano le auto del segmento B aumentare di volume, Clio III è più compatta, più lunga e più sicura: conquista infatti agevolmente le 5 stelle Euro NCAP. Viene venduta con quattro motorizzazioni, tre benzina e una diesel, con potenze che vanno dai 68 ai 105 CV. Cinque gli allestimenti, dalla versione base Pack alla Confort, Dynamique, Luxe fino alla Initiale, quella un pizzico più “lussuosa”.

E ora, la sfida lanciata dalla quinta generazione. Per un Triplete che entrerebbe di diritto nella storia dell’automotive.

Viaggio a Capo Nord: un 70enne a bordo di una Renault 4