Non c'è solo la 500 elettrica tra le auto a zero emissioni presenti nella lista delle sette finaliste del Car of the Year. Volkswagen fa la voce grossa con la ID.3, una macchina ambiziosa, che punta a rivoluzionare il segmento ponendosi come modello di riferimento per una nuova configurazione della mobilità.

Car of the Year 2021, Auto presenta le finaliste il 25 febbraio

ID.3, RIVOLUZIONE ELETTRIFICATA

Prima elettrica del Gruppo costruita sul pianale MEB, comoda e silenziosa come ogni EV che si rispetti, Volkswagen ID.3 si mostra con forme tonde e sinuose da citycar moderna, mentre all'interno predilige la funzionalità rispetto alla quantità. Il display da 5,3" e l'head-up display caratterizzano l'infotainment, senza dimenticare il touchscreen 10" posizionato al centro della plancia. Si comandano gran parte delle dotazioni, cruise control adattivo compreso, dalle razze del volante.

Maneggevole e sicura - ID.3 è forte del riconoscimento delle 5 stelle EuroNCAP -, ID.3 (leggi qui la nostra prova) si vanta di una motorizzazione praticamente da sportiva: un propulsore genera infatti 204 cv abbinati alla trazione posteriore (il motore elettrico è posizionato dietro) e gestibili attraverso diverse modalità di guida. L'autonomia cambia in base alle 7 diverse versioni disponibili, di cui 6 basate sul modello Pro Performance e una sul modello Pro S: quella più lunga è di ben 549 km (Pro S). In base alla variante, cambiano anche i tempi di ricarica, così come i prezzi di listino. La ID.3 più economica è l'allestimento Life da 38.900 euro, la più cara è la Tour da 48.900 euro.

LA PRIMA GIOIA: GOLF CAR OF THE YEAR 1992

Qualora ID.3 andasse a vincere, sarebbe la quinta Volkswagen a fregiarsi del titolo. La prima gioia del Marchio tedesco arrivò in realtà tardi rispetto a quanto si possa ipotizzare, solo nel 1992. Ma con il modello più celebre della casa, alla pari del Maggiolino: Golf, naturalmente la terza serie, lanciata dal 1991.

Durata fino al 1999, la Golf che si laurea Auto dell'Anno 1992 rompe con la tradizione del modello, distaccandosi dagli stilemi degli anni '70 in cui nacque. Innanzitutto nel frontale, non più squadrato e con fari singoli dalla connotazione marcatamente sportiva, ma una sezione arrotondata con fari circolari racchiusi in un fanale più grande. Ed è anche la prima Golf di sempre ad avere un occhio di riguardo verso l'ambiente: debutta infatti l'1.9 Diesel Ecomatic da 64 cv dotata dello Start&Stop: premendo il freno nelle soste, la macchina si spegne per poi ripartire una volta alzato il piede. Nel frangente dello stop, il motore si spegneva e quindi non emetteva sostanze inquinanti.

LA POLO DI DE SILVA E MANZONI CAR OF THE YEAR 2010

Bisogna attendere il nuovo millennio per festeggiare una seconda volta. Da Wolfsburg esultano nel 2010 con la quinta serie della Polo, la 6R, lanciata nel 2009. Una berlina completamente rinnovata nel design, curato da due figure fondamentali del settore come Walter de Silva e Flavio Manzoni.

La Polo 6R è più lunga e larga delle precedenti, più aggressiva nelle linee e meno pesante del 7%. La sua scocca rigida le permette di ottenere le 5 stelle EuroNCAP. Viene proposta con innumerevoli motorizzazioni, benzina, Diesel e anche GPL. La più potente di tutte è la 2.0 TSI WRC Stradale benzina da 220 cavalli.

AUTO DELL'ANNO 2013: É ANCORA GOLF

Volkswagen ci prende gusto e trionfa di nuovo nel 2013. E a prendere la medaglia d'oro è ancora Golf. La settima serie della berlina viene curata anch'essa da de Silva e realizzata attraverso la nuova piattaforma MQB. Presenta delle linee più dinamiche e spigolose, che la tratteggiano quasi come fosse una supercar (un design che le ha consentito di superare una vera sportiva pura come Toyota GT86, giunta 2°).

Proposta anch'essa in diverse motorizzazioni, per gli allestimenti più potenti la meccanica raffinata offre schema McPherson per le sospensioni anteriori e un multi-link tre bracci e mezzo per il retrotreno.

AUTO DELL'ANNO 2015: TOCCA ALLA PASSAT

E due anni dopo, è ancora Volkswagen, con un nuovo modello storico a sua volta. La Passat ottava serie (la B8, finora ultima della gamma) si laurea Car of the Year 2015.

Nata dal pianale MQB della Golf, presenta un design aggiornato che mantiene però le forme di una berlina adatta alle famiglie. Fiore all'occhiello del modello sono le dotazioni tecnologiche, tra cui spiccano il cruise control adattivo e la frenata d'emergenza con riconoscimento dei pedoni. Come optional, la connessione a internet.

La gamma Volkswagen: consulta il listino completo di Auto

Riuscirà la ID.3 a unirsi al gruppo? Per scoprirlo, basta attendere il 1° marzo, giorno dell'elezione dell'Auto dell'Anno 2021.