Corsa contro il tempo, Tesla Motors preme sull'acceleratore  per finire di costruire l'ambiziosa Gigafactory, lo stabilimento da 5 miliardi di dollari dedicato alla produzione in massa di batterie, da terminare entro fine 2016 per fare fronte alla domanda della nuova Model 3, la vettura a più basso costo che il colosso dell'auto elettrica vorrebbe mettere sul mercato il prossimo anno.

ELON MUSK E LA TESLA MODEL 3

Secondo il Wall Street Journal, per burciare i tempi Tesla ha raddoppiato il numero di operai: ora sono all'opera mille persone, sette giorni a settimana, in due turni.

La produzione di batterie dovrebbe cominciare all'inizio del 2017, anche se i lavori non saranno del tutto completi. "Dobbiamo essere pronti molto prima dell'inizio di quella delle vetture. Stiamo accelerando i piani di costruzione e, di conseguenza, di produzione delle batterie". Queste le parole di JB Straubel, direttore tecnico di Tesla. La corsa va avanti.