Audi volta pagina sulla strada per l’elettrificazione della gamma, dicendo addio alle piattaforme riadattate per passare a una nuova tecnologia all’avanguardia.

NUOVA BASE DPI

Dal primo capitolo green, e-tron - che rimane tra i modelli EV più venduti al mondo -, è passato del tempo e l’ultima creatura elettrica e-tron GT ha avuto come casa lo stabilimento di Neckarsulm. Oggi, sia questa che la fabbrica centrale di Ingolstadt sono state adattate per la produzione di modelli elettrici sfruttando la nuova architettura su tecnologia DPI, base su cui sia Audi che Porsche stanno sviluppando il proprio segmento D.

GŸOR CAPITALE GREEN

Se Ingolstadt e Neckarsulm sono impiegati per la produzione delle berline di lusso e delle sportive di fascia alta, a Gÿor (Ungheria) vengono realizzati i motori elettrici per l’e-tron, A3 Sedan, RS 3 Sedan, Q3 e Q3 Sportback. Da due anni, in Ungheria Audi ha maturato una grande esperienza in termini di motori green facendo registrare 187.163 unità prodotte (dati fino a fine 2020) e si prepara a fornire i propulsori alla futura Q5 e-tron, versione full electric del Suv arrivato alla terza generazione.

CARBON FREE

La strada verso la sostenibilità passa anche per il mega-impianto fotovoltaico a tetto – il più grande d’Europa – che è stato installato proprio nello stabilimento di Gÿor, diventato carbon neutral come quello di Bruxelles. La strategia green di Audi è all’avanguardia e ha il suo cuore verde in Ungheria.  

Immatricolazioni auto: l'Italia col -14% a gennaio 2021