Sempre più servizi Google a bordo, sempre più in un ambiente operativo Android. L'infotainment del futuro prossimo a bordo delle auto vedrà una convergenza spinta con gli ambienti tipici degli smartphone. Volvo annuncia una partnership con Google per sfruttare le opportunità legate ai servizi connessi e predittivi e la connettività sui modelli futuri. Nel volgere di un paio di anni debutterà l'infotainment Volvo di nuova generazione e girerà su Android. 

«La partnership con Google rappresenta un importante passo strategico, i servizi e la piattaforma Google miglioreranno l'esperienza utente consentendo maggiori opportunità di personalizzazione mentre Android offrirà una maggior flessibilità dalla prospettiva dello sviluppo», ha spiegato Henrik Green, vice presidente senior del reparto Research & Development del gruppo Volvo. Si guarda alla personalizzazione dei servizi e, soprattutto, all'integrazione continua dell'ambiente digitale del proprio smartphone, tablet o pc con l'auto. Dettagli ulteriori sull'accordo verranno comunicato in occasione dell'annuale kermesse Google I/O, il 17 maggio prossimo. 

«Siamo entusiasti di collaborare con Volvo per portare Android sulla prossima generazione di auto connesse. Questa partnership ci offre l'opportunità di fornire un'esperienza ancor più collegata, senza ostacoli, a chi guida Volvo attraverso una piattaforma di infotainment completa e un ricco ambiente di applicazioni Android e servizi Google», ha aggiunto Patrick Brady, vice presidente di Android Engineering Google. Quella che, oggi, è un'interfaccia a schermo di applicazioni e funzioni residenti su dispositivi mobili Android (e dall'altro versante, Apple) si trasformerà in un sistema che sfrutterà appieno le potenzialità abbinate a un infotainment automobilistico. 

Ci saranno margini per la personalizzazione e mantenere l'interfaccia utente cara al marchio, con la possibiltà di utilizzare molte più app, servizi, nuove funzionalità e sviluppare applicazioni progettate sin dall'inizio per essere utilizzate dal posto guida. L'orizzonte prospettato, due anni per il lancio sul mercato, fa immaginare un debutto dell'infotainment Android sui modelli Volvo della futura gamma "40". Nel 2017 è attesa la presentazione della XC40, suv dalle dimensioni compatte, che andrà a collocarsi al di sotto di XC60 svelata a Ginevra, dopodiché toccherà al rinnovamento dell'offerta con carrozzeria berlina nel segmento C (Volvo V40) e segmento D (Volvo V60). 

Volvo 40.1 e 40.2 Concept, visione sulla gamma compatta

Su un orizzonte più ravvicinato, l'aggiornamento degli attuali sistemi di navigazione Volvo Sensus porterà la funzione Google Local Search, per una ricerca localizzata sulla posizione del veicolo, così da ottimizzare la corrispondenza dei risultati alle ricerche effettuate. 

LA GAMMA VOLVO E IL LISTINO PREZZI