Il ministro del Lavoro tedesco, Olaf Scholz, ha annunciato un netto cambio degli equilbri: "Il gruppo austro-canadese Magna è in pole position per l'acquisto della Opel".
Una dichiarazione importante dopo la richiesta di General Motors, di mettere a disposizione 300 milioni di euro in più - quindi 1,8 miliardi di euro - per i finanziamenti previsti dall'amministrazione fiduciaria della Opel finché non verrà trovata una soluzione definitiva. La Magna si è dichiarata disponibile a trovare un modo, lasciando intendere che potrebbe anche anticipare i fondi.
La Fiat al momento: "riafferma il suo interesse alla ricerca di un possibile accordo, ma senza rischi inusuali".
Qualcosa è cambiato.

Cerchi una Opel usata o km/0?