10 GP Giappone 1990 - La vendetta di Senna su Prost

«Le corse sono fatte così. A volte finiscono alla prima curva, altre a 6 giri dalla fine». Così disse Ayrton Senna in diretta alla Rai, dopo la collisione fra lui e Prost al Gp Giappone ‘90. Gliela aveva giurata, Senna, a Prost e l’ha mantenuta: «Senna aveva già perso dopo il via e lo sapeva, per questo mi ha buttato fuori» dice il Professore. «Solo un pazzo l’avrebbe fatto apposta» replica Senna. Ammetterà poi il dolo. Per vendicarsi dell’anno prima.

9 GP Brasile 2007 - Raikkonen iridato all'ultimo tuffo

È una gara tutta tattica, quasi un’appassionante partita a scacchi che tiene incollati a vedere il duello strategico tra i ferraristi Raikkonen e Massa, uniti nella lotta, e gli alfieri della McLaren Alonso e Hamilton, che si detestano apertamente. L’inglese finisce lungo dopo il via e perde posizioni, poi peggiora le cose con un presunto guaio al cambio. Kimi vince ed è campione, in un finale a metà tra il beffardo e il clamoroso.

8 GP Giappone 2000 - Schumi spezza 21 anni di digiuno

Sembra ormai una maledizione, quella che impedisce da 21 anni la conquista del titolo piloti per la Ferrari. L’ultimo a riuscirci fu Jody Scheckter nel 1979. A Suzuka Michael Schumacher va all’assalto decisivo del mondiale detenuto da Mika Hakkinen su McLaren-Mercedes e, dopo una corsa tutta d’attacco, riesce nell’impresa di vincere e riportare l’iride al Cavallino - che nel 1999 peraltro aveva fatto suo il campionato Costruttori -. Una gara vibrante, su un tracciato vecchio stile: una vera impresa.

7 GP Spagna 1981 - Il tappo eroico di Gilles a Jarama

Il Gp capolavoro assoluto di Gilles Villeneuve. Sempre in testa, con gli avversari che lo puntano a ogni curva, implacabili, ma con lui che, non si sa come, resiste. Spietato e commovente. Disumano ma struggente, nella sua classe generosa. Alla fine, in un secondo e mezzo sfrecciano sotto la bandiera Gilles, Laffite, Watson, Reutemann e De Angelis. Per 80 giri non è successo niente, ma è come se fosse accaduto di tutto...

6 GP MOnaco 1981 - Senna & Bellof rookies palombari

Il fattore pioggia crea una gara da urlo. Prost su McLaren parrebbe destinato a un sereno dominio, quando l’uragano che si scatena in pista fa salire alla ribalta due rookies: Ayrton Senna sulla Toleman-Hart e Stefan Bellof su Tyrrell-Ford. A salvare Prost ci pensa il gong, ossia il (per lui) provvidenziale stop anticipato del direttore di gara Ickx. Ma là dietro i due boys, oltre che sul podio (mesi dopo Stefan verrà tolto di classifica per l’esclusione della Tyrrell dal mondiale), sono nella storia.