Come progettista di vetture da corsa, soprattutto di Formula 1, l’ingegnere Gordon Murray è uno dei più celebri, e geniali, della storia. Ha disegnato monoposto quali le Brabham BT 42 a sezione ‘piramidale’, la più piccola F.1 della metà Anni Settanta, BT49, BT50, BT52 e la bassissima BT55 equipaggiata col motore BMW turbo.

Adesso, il tecnico sudafricano, oggi 67enne, ha realizzato una “city car” con soluzioni e accorgimenti che riprendono alcuni concetti propri delle macchine da competizione, quale, per esempio, il posto di guida centrale. Una soluzione che Gordon Murray aveva utilizzato con la gran turismo a elevate prestazioni McLaren-BMW F1.

La “city car” dell’ex ingegnere da corsa è denominata T27, è lunga soltanto due metri e mezzo, è equipaggiata con un motore elettrico da 33 cavalli fornito dalla Zytec, azienda che ha collaborato con la Mercedes per la versione elettrica della Smart. Nell’abitacolo si entra sollevando la parte anteriore della scocca. Il peso è contenuto in 700 kg. Secondo Gordon Murray, la vetture potrebbe essere commercializzata entro un paio d’anni a un prezzo attorno ai 16mila euro.