Sarà la voglia di uscire dalla crisi mondiale, sarà che da anni il termine low cost ha forse saturato il mercato. Ma di fatto la Tata Nano, l'auto al prezzo più low cost del mondo, 3000 dollari (2.200 euro) adesso costa 3,3 milioni!
Non è uno scherzo, Ratan Tata, patron della Casa indiana che negli ultimi anni ha acquisito marchi prestigiosi come Jaguar e Land Rover, ha lanciato a Mumbai una le Nano ricoperte d'oro, simbolo dell'India come arrembante potenza mondiale.
Una serie di Tata Nano (oro giallo, oro bianco, e con gemme blu) che escono direttamente dal gioielliere. Per arrivare al prezzo di 3,3 milioni di dollari  - 220 milioni di rupie - ci sono voluti 90 kg d'oro sulle carrozzeria, oltre a 10.000 rubini e diamanti a 15 kg di argento, tanto per gradire. Per la prima volta quindi un'auto è stata trasformata in un gioiello, grazie a quattordici  tecniche diverse di oreficeria.
Tutto in stile indiano, forte di una tradizione di 5mila anni. Gli orafi, anzi gli artisti, non hanno realizzato su queste piccole auto, in realtà una sorta di campagna pubblicitaria per la Nano, dei piccoli capolavori.
A vostro parere la Nano, che ha un buon successo, ma ha pure problemi sulle sue linee perché i sindacati indiani si oppongono per i salari troppo bassi, ha imboccato la strada giusta?