Continua inesorabile il calo delle vendite di vetture nuova in Italia. Il mese di maggio ha confermato il trend negativo, con un meno 14,3% rispetto allo stesso periodo di un anno fa; sono cioè state vendute 147mila automobili in meno. Nei primi cinque mesi del 2012, gli acquisti in Italia sono stati inferiori del 18,7% rispetto allo stesso periodo 2011; 684.962 immatricolazioni contro 844.430.

In maggio chi ha realizzato la performance migliore è stata la coreana Kia con più 81,91%, seguita dalla russa Lada (28,57%), dalla rumena Dacia (23,82%) e dalla Chevrolet (13,72%). Sul fronte opposto, il dato peggiore, esclusa la Saab (meno -96,30%) a causa dello stato fallimentare dell'azienda svedese, è della Maserati con meno 86,67%, mentre la Ferrari ha conteggiato un meno 58,62%.

Tra i marchi di vetture “premium”, colpite anche BMW e Mercedes, entrambe con un calo del 13%, Jaguar (meno 15,97%), Lamborghini (meno 20%) e Aston Martin, con meno 36%. La Porsche ha invece messo a segno un leggero aumento del 2,70%.

Sul fronte del Gruppo Fiat, il marchio torinese ha perso il 9,80%, Alfa Romeo il 20,88%, Lancia-Chrysler il 10,16%, Jeep-Dodge il 13,63%.