Nissan e-NV200, è partita la produzione del suo secondo veicolo completamente elettrico che sarà disponibile come autovettura,  taxi elettrico e veicolo commerciale leggero. L'impianto di Barcellona sarà il sito di produzione globale del Nissan e-NV200, per la cui produzione è stato destinato un investimento di 100 milioni di euro, all'interno di un piano di investimenti più ampio nelle attività in Spagna di 431 milioni di euro, sarà esportato in 19 mercati internazionali, tra cui il Giappone.

Barcellona sarà la prima città al mondo a introdurre il Nissan e-NV200 come taxi 100% elettrico. Le esportazioni cominceranno a giugno. Ha un'autonomia omologata (NEDC) di 170 km, superiore alla distanza media di 100 km percorsa giornalmente dalla metà delle flotte che usano questa tipologia di furgoni, e mantiene la stessa capacità e area di carico del modello NV200.

La batteria può essere ricaricata di notte usando una rete domestica monofase da 3,3 kW a 16 ampere, oppure attraverso una comune presa domestica tipo Shuko da 10 ampere. In tal caso la ricarica completa dura dalle dieci alle dodici ore, mentre con un'alimentazione da 6,6kW/32 ampere i tempi si riducono addirittura a quattro ore. Attraverso uno speciale sistema Quick Charger da 50 kW, compatibile con la tecnologia CHAdeMO, è poi possibile ricaricare la batteria fino all'80% della capacità in soli 30 minuti, o anche meno se non è completamente scarica. In tutta Europa sono già state installate oltre 1000 stazioni di ricarica rapida CHAdeMO, alle quali si aggiungono i punti di ricarica privati installati da alcune aziende presso le proprie sedi. La versione LCV del Nissan e-NV200 mantiene un volume di carico di 4,2 m3 e consente di trasportare due Euro pallet standard, mentre le portiere scorrevoli su entrambi i lati e le porte posteriori ad ampia apertura facilitano al massimo le operazioni di carico e scarico.

 

Nissan e-NV200