Fiat, il robot sfida Marco Belinelli, macchina contro uomo, in salsa tutta tricolore. Belinelli, 28 anni, è la guardia tiratrice dei San Antonio Spurs, la squadra campione NBA, il massimo campionato di basket mondiale e uno degli eventi sportivi più seguiti al mondo. Marco, nativo e legatissimo alla sua San Giovanni in Persiceto, è stato il primo italiano sulla luna della pallacanestro: ovvero il primo a vincere il titolo di campione NBA e il primo a trionfare nella gara del tiro da tre punti (Three Point Contest). In un 2014 memorabile e in vista di una nuova stagione che sta per iniziare nelle prossime ore, ecco una nuova sfida per Beli. Una sfida al tiro da tre punti contro un robot. Si tratta di un mezzo della Comau, azienda del gruppo Fiat specialista in macchinari industriali, ha ingaggiato Belinelli come testimonial dei suoi robot. "Ok Marco, good job, just three point shoots and the workout day is over". La voce fuori campo invita Belinelli a cominciare. E a passargli la palla è proprio il mezzo meccanico della Comau, che impara in fretta. Comincia a giocare con la sfera, facendola roteare sul suo braccio e poi ingrana con la tecnica di tiro. Un siparietto divertente, che Beli chiude con una schiacciata. Quella il robot non la sa ancora fare, anche se il motto dell'azienda è "We learn from challenges". Imparare dalle sfide, proprio come ha fatto Belinelli, cresciuto progressivamente nella sua carriera NBA.

Fiat, il robot sfida Marco Belinelli, il video

Fiat, il robot sfida Marco Belinelli, la gara nel tiro da tre punti