Un'estate intera per ammirarla, anche perché di altre occasioni potrebbero non essercene molte, essendo Rolls Royce Wraith Porto Cervo realizzata in appena tre esemplari. Uno sarà in esposizione al Porto Cervo Summer Studio, da giugno a settembre, in via del Porto Vecchio. E' arduo parlare di dettagli unici, particolari minuziosamente curati, quando si tratta di una Rolls Royce, sarebbe come derubricare a "semplici" lussuosissime auto il resto della produzione. Meglio affinare i termini e ribattezzarla come una personalizzazione approfondita dell'oceanica coupé contraddistinta dalle portiere con apertura controvento (ovviamente assistita, lo sforzo fisico alla guida non fa parte del vocabolario Rolls Royce). Wraith Porto Cervo mette in mostra la tinta carrozzeria blu chiaro, percorsa dalla storica coachline, la nervatura appena abbozzata che collega i gruppi ottici anteriori e posteriori, correndo appena sopra la maniglia della portiera, accompagnata dal logo stilizzato di una rosa dei venti. Il bianco prescelto stacca splendidamente sul blu, così come le cromature e gli elementi in alluminio spazzolato. Non è un caso che si richiami una località di mare come Porto Cervo con questa Rolls Royce Wraith e se l'accostamento di legno e pelle da sempre caratterizza gli interni Rolls per la vicinanza con il mondo della nautica, i tre esemplari speciali enfatizzano ancor di più questo legame. Questione di colori, con la pelle bicolore, bianco Artico e blu Navy, che si sposa con il legno Royal Walnut (noce). Il blu si ritrova anche sui tappetini e lungo tutto il perimetro dell'abitacolo, insieme alla personalizzazione sui poggiatesta: scontato dire che si tratta di un lavoro fatto a mano, come l'intera auto del resto.

Le foto di Rolls Royce Wraith Porto Cervo

Per il poco che può contare, non essendo l'essenza pura di Rolls Royce Wraith Porto Cervo, il motore è un V12 turbo da 6.6 litri, capace di erogare 632 cavalli e 800 Nm, valori in grado di portare la Wraith da zero a cento orari in 4"6 e toccare i 250 km/h di velocità massima, autolimitata. Tutto considerando una massa di 2400 kg e 5 metri e 27 centimetri di lunghezza. Fabiano Polimeni