Poteva mancare la tradizionale cabrio? Certo che no, ed ecco la sesta generazione di Chevrolet Camaro Convertible andare a far compagnia alla coupé. L'attesa per ritrovarla su strada sarà ancora lunga, visto il lancio a inizio 2016, dopo il debutto della Camaro "chiusa" a fine anno, ma dalla casa del cravattino svelano quelle che saranno le peculiarità principali della Convertible, sviluppata sul medesimo pianale della coupé e accreditata di un risparmio di peso intorno ai 90 kg rispetto alla generazione precedente. La capote resta in tela, o meglio un multistrato sviluppato per garantire il comfort di marcia garantendo un'adeguata protezione termica e acustica, mentre l'azionamento sarà elettro-idraulico, con apertura e chiusura anche in movimento, fino a 50 km/h. La pulizia delle linee è assicurata sia che si viaggi con i capelli al vento che nelle situazioni in cui il tetto resta chiuso. Nel primo caso, la capote ripiega dietro i sedili posteriori e viene coperta da un tonneau rigido in tinta con la carrozzeria, senza la linea di profilo venga "sporcata". Con capote chiusa, invece, i designer hanno lavorato per ricreare lo stesso taglio della variante coupé e un raccordo con la coda quanto più simile possibile.

Le foto di Chevrolet Camaro Convertible

Le unità sotto al cofano della Chevrolet Camaro Convertible ricalcheranno le tre opzioni già note: un turbo quattro cilindri 2 litri da 275 cavalli, un aspirato V6 da 3.6 litri e 335 cavalli e, al vertice dell'offerta, il V8 6.2 litri della LT1, con 455 cavalli e 616 Nm di coppia motrice. Per tutte le motorizzazioni si potrà optare per una trasmissione manuale 6 marce o automatica 8 rapporti. Fabiano Polimeni