Fine di un'epoca. Giorgetto Giugiaro ha lasciato la sua creatura, Italdesign: la storica azienda torinese di design automobilistico è ora totalmente sotto il controllo di Volkswagen tramite Audi. Sul sito di Italdesign, ora tedesca, campeggia un "Grazie" a Giorgetto, con un bel video evocativo che ne ricorda la straordinaria carriera. Il carrozziere, padre di modelli storici come la Golf, la Panda, la Uno, la Punto e la Grande Punto, ha ceduto l'ultima quota, ovvero il  9,9% delle azioni, che aveva mantenuto al momento dell'ingresso nel gruppo di Wolfsburg nel 2010. "Giorgetto Giugiaro, che compirà 77 anni il 7 agosto, lascia il ruolo di presidente onorario - afferma una nota dell'azienda - per dedicarsi maggiormente alle proprie passioni e interessi personali. La decisione coincide con il sessantesimo anniversario di attività nel settore del car design". Un addio di tutta la famiglia: anche il figlio di Giorgetto, Fabrizio, lascia il consiglio di amministrazione. Voci non confermate affermano che il distacco sarebbe dovuto anche all'uscita dalla sala dei bottoni di Volkswagen (ovvero il Consiglio di Sorveglianza) di Ferdinand Piech, sconfitto nel duello ad altissima quota dai numeri portati dall'amministratore delegato Martin Winterkorn. Giugiaro sa anni era amico personale di Piech.