Sono 15 i modelli messi alla prova negli ultimi test dell'EuroNCAP e il quadro complessivo della sicurezza a bordo risulta confortante. Le cinque stelle sono appannaggio di Renault Megane e Talisman, Kia Optima e Sportage, Jaguar XE e XF, Mercedes GLC, BMW X1, Lexus RX e Infiniti Q30, tutte in linea con le disposizioni dell'ente in tema di dispositivi elettronici di sicurezza attiva e a garantire un elevato livello di protezione nelle varie condizioni simulate. L'assegnazione delle cinque stelle ricordiamo è subordinata alla presenza della frenata automatica d'emergenza, sistema senza il quale viene precluso il massimo punteggio. Con quattro stelle troviamo Nissan NP300 Navara e Mini Clubman, poi due risultati al di sotto delle aspettative, ma prevedibili. BMW Z4 ottiene solo tre stelle, Lancia Ypsilon appena due. Non aver implementato numerosi dispositivi elettronici per renderli conformi alle richieste dell'EuroNCAP ha limitato fortemente la valutazione. Nel caso della citycar italiana, si registra infatti una buona protezione dagli impatti laterali, test nel quale ottiene il massimo del punteggio, molto bene anche la resistenza nell'impatto frontale contro una barriera deformabile disassata su un lato del veicolo. Paga pesantemente dazio, invece, nell'impatto frontale a tutta larghezza, nel quale la mancanza di sistemi di sicurezza come la frenata d'emergenza, il limitatore di carico sulle cinture di sicurezza posteriori al pari del pretensionatore (sempre al posteriore), portano un risultato insufficiente nella protezione dei passeggeri adulti. Nella valutazione c'è poi l'assenza, anche tra gli optional, dell'assistente al superamento involontario di corsia e la mancata offerta del sistema di ancoraggio ISOFIX sul sedile anteriore, presente solo per i posti dietro. L'ente incaricato di svolgere i test sulla sicurezza dei veicoli penalizza la Ypsilon anche perché priva degli airbag anteriori per le ginocchia e un sistema di controllo della velocità. La versione presa in esame è la Ypsilon 1.2 in allestimento Gold. «In meno di due anni, da quando l'EuroNCAP ha iniziato la propria campagna per sollecitare i costruttori a concentrarsi sui sistemi di frenata automatica d'emergenza, abbiamo rilevato un incremento dei marchi che hanno risposto al nostro appello. Alcuni dei sistemi sono già in grado di frenare se rilevano la presenza di un pedone, prova che farà parte del futuro schema di valutazione dell'EuroNCAP nel 2016», ha spiegato Michiel van Ratingen, segretario generale dell'Euro NCAP. Nel dettaglio, queste le percentuali registrate alle varie voci dai modelli testati: Protezione Adulti - Bmw X1 (90%); Lexus RX (91%); Mercedes GLC (95%); Infiniti Q30 (84%); Jaguar XE (92%); Jaguar XF (92%); Opel Astra (86%); Kia Sportage (90%); Kia Optima (89%); Renault Megane (88%); Renault Talisman (86%); Nissan NP300 Navara (79%); BMW Z4 (69%); Mini Clubman (90%); Lancia Ypsilon (44%) Protezione Bambini - Bmw X1 (87%); Lexus RX (82%); Mercedes GLC (89%); Infiniti Q30 (86%); Jaguar XE (82%); Jaguar XF (84%); Opel Astra (84%); Kia Sportage (83%); Kia Optima (86%); Renault Megane (87%); Renault Talisman (84%); Nissan NP300 Navara (78%); BMW Z4 (61%); Mini Clubman (68%); Lancia Ypsilon (79%) Protezione Pedoni - Bmw X1 (74%); Lexus RX (79%); Mercedes GLC (82%); Infiniti Q30 (91%); Jaguar XE (81%); Jaguar XF (80%); Opel Astra (83%); Kia Sportage (66%); Kia Optima (67%); Renault Megane (71%); Renault Talisman (68%); Nissan NP300 Navara (78%); BMW Z4 (91%); Mini Clubman (68%); Lancia Ypsilon (64%) Sistemi Sicurezza - Bmw X1 (77%); Lexus RX (77%); Mercedes GLC (71%); Infiniti Q30 (81%); Jaguar XE (82%); Jaguar XF (83%); Opel Astra (75%); Kia Sportage (71%); Kia Optima (71%); Renault Megane (71%); Renault Talisman (76%); Nissan NP300 Navara (68%); BMW Z4 (46%); Mini Clubman (67%); Lancia Ypsilon (38%) Fabiano Polimeni