Difficile muovere delle critiche al design di casa Lexus portato al Salone di Detroit 2016. Difficile storcere il naso davanti allo stile di Lexus LC 500, novità destinata a irrompere nel segmento delle coupé più sportive ed emozionali, di taglia media, andando a inserirsi là dove la partita è giocata da protagoniste come Bmw Serie 6 coupé. Ci sono tutti gli stilemi Lexus più recenti sulla LC 500, che può leggersi come la trasposizione in serie dei concetti espressi con la show-car LF-LC. L'anteriore è dominato dalla calandra a clessidra e dai gruppi ottici che si inseguono in un incrociare di tagli e spigoli: rigorosamente a led, ovviamente. Spigoli che lasciano spazio a superfici sinuose sulla fiancata, morbide come nel raccordo tra parabrezza e cofano motore, o verso la coda, dove tornano le "stravaganze" stilistiche jap. A Detroit si è presentata con lo stesso motore V8 da 5 litri, aspirato e interamente in alluminio, delle Lexus RC F e Lexus GS F; per l'Europa - dove in anteprima si vedrà a febbraio - la scopriremo con un'interessante soluzione ibrida. Certo, cavalli e sound del V8 affascinano, tanto più con la soluzione del Sound Generator, pensato per rendere più acute le note dell'otto cilindri a bordo. Lexus LC 500 va a proporsi come alternativa ai prodotti più estremi della concorrenza tanto più se si leggono le prestazioni: meno di 4"5 per accelerare da zero a cento, assecondati da un cambio automatico 10 marce, con la rapidità di un doppia frizione, promettono in Lexus.

La gallery di Lexus LC 500

Le dimensioni della coupé sono state, invece, rivelate completamente e si scopre una lunghezza di 4 metri e 76 centimetri, su un passo di 2 metri e 87. Altezza contenuta in appena 134 centimetri, a fronte di una larghezza particolarmente generosa, visti i 192 centimetri. Particolare attenzione nella progettazione è stata riposta sul contenimento del peso e ciò ha portato all'impiego di materiali compositi in diversi punti: dal fondo del bagagliaio al tetto (optional, di serie è previsto il tetto in vetro), fino alla struttura sulla quale si innestano le maniglie in alluminio, impiegato anche per la realizzazione delle sospensioni, con un avantreno a cinque bracci. Lexus LC 500 è il primo progetto del marchio a nascere sulla nuova architettura GA-L, destinata ai prodotti di fascia alta, con motore anteriore e trazione posteriore. Per ritagliare un comportamento più appagante possibile sul fronte della guida, sono state studiate attentamente le quote di posizionamento del sedile, avvicinando il guidatore al centro di gravità del veicolo ed effettuando una ripartizione tra anteriore e posteriore che ha portato all'equilibrio di 52:48. Due, le proposte relative ai cerchi in lega, non solo per il diametro differente (20 o 21 pollici, a scelta), ma per la diversità del processo produttivo, vista l'adozione di cerchi forgiati nella misura più grande. All'interno si perde buona parte della carica sportiva e dinamica di Lexus LC 500, a vantaggio di un ambiente caldo, confortevole, con un mix tra disegno moderno e materiali classici: pelle, Alcantara, alluminio e magnesio (utilizzato per i paddles dietro al volante). L'infotainment, infine, prefigura le soluzioni Lexus 2017, con un'interfaccia grafica modificata e un software studiato per poter essere continuamente aggiornato.Sul fronte audio, due possibilità: impianto Pioneer di serie oppure Mark Levinson optional. La LC 500 sarà equipaggiata inoltre con il Lexus Safety System+, un pacchetto completo di tecnologie per la sicurezza che include il sistema Pre-Crash, studiato per prevenire e ridurre le possibilità di collisione; il Lane Keep Assist (LKA), che aiuta a mantenere la vettura all’interno della corsia; l’Adaptive High Beam (AHB), per assicurare la massima visibilità durante la guida nelle ore notturne; e l’All-speed Dynamic Radar Cruise Control (All-speed DRCC). Fabiano Polimeni

Salone di Detroit, le foto - parte 1