19 cavalli in più. Tanti ne arriveranno dalla prossima primavera su BMW M3 e BMW M4 - coupé e cabrio - con il BMW Competition Package, pacchetto che introduce diversi accorgimenti tecnici e stilistici, buoni per caratterizzare ulteriormente le tre varianti supersportive curate da BMW M Performance. Nel dettaglio, il motore sei cilindri in linea Twin Power Turbo arriva a erogare 450 cavalli da 431 originari, incremento che permette di limare un decimo nel tempo sullo zero-cento, arrivando così al miglior crono di 4 secondi netti nel caso si abbia la trasmissione doppia frizione 7 marce (4"3 per BMW M4 cabrio); il miglioramento di 1 decimo è assicurato anche con trasmissione manuale. Un guadagno risibile, certo non la ragione principale per optare per il pacchetto Competition. C'è dell'altro, però, a cominciare dalle sospensioni adattive con nuove molle, ammortizzatori e barre antirollio, ritarate insieme all'elettronica di controllo, che propone le modalità Comfort, Sport e Sport+ riconfigurate. Ricalibrati sono anche il controllo di stabilità DSC e il funzionamento del differenziale attivo. In aggiunta, cerchi in lega da 20 pollici specifici, con il disegno ispirato a BMW M4 GTS. Si tratta di cerchi alleggeriti e più rigidi, grazie al processo realizzativo mediante forgiatura. Calzano gomme differenziate, da 265/30 R20 davanti e 285/30 R20 dietro. All'interno, sia BMW M3 che BMW M4 con pacchetto Competition assicurano sedili alleggeriti e cinture con logo M Performance tessuto. Lo stile esterno, invece, vede l'estensione della Shadow Line dalla cornice dei finestrini alla calandra, proseguendo con il logo del modello sul portellone del bagagliaio e le branchie dietro le ruote anteriori, senza dimenticare i terminali di scarico con cromatura nera. Fabiano Polimeni