La Skoda Octavia adotta il motore turbo benzina tre cilindri high-tech, mentre per le motorizzazioni più potenti offre la regolazione adattiva dell’assetto DCC.

Il propulsore più compatto sostituisce il quattro cilindri 1.2 TSI, eroga 115 CV e dispone di 200 Nm di coppia massima da 2.000 e 3.500 giri. Con cambio con il cambio manuale a 6 rapporti, permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 9,9 secondi e di raggiungere una velocità massima di 202 km/h. Il TSI tre cilindri ottiene i miglioramenti più importanti nei consumi, facendo registrare un -8% rispetto al propulsore precedente. La berlina con cambio DSG a 7 rapporti consuma mediamente 4,5 litri di benzina per percorrere 100 km (105 g CO 2 /km), mentre con il cambio manuale i valori si attestano su 4,5 l/100 km (103 g CO 2 /km). I valori relativi alla versione Station Wagon sono rispettivamente 4,6 l/100 km (106 g CO 2 /km) e 4,5 l/100 km (105 g CO 2 /km).

La regolazione adattiva dell’assetto Dynamic Chassis Control (DCC) per le motorizzazioni a partire da 150 CV consente di modificare le caratteristiche dello sterzo e la taratura dell’assetto nelle differenti modalità Comfort, Normal e Sport. Questo sistema è disponibile anche per Skoda Octavia RS e Octavia RS 230, sulle quali è altresì possibile selezionare, con la pressione di un tasto, un’impostazione maggiormente orientata al comfort per la guida di tutti i giorni.

Una valvola comandata elettricamente controlla il flusso di olio all’interno degli ammortizzatori, mentre un veloce processore gestisce la modalità di funzionamento in base alle condizioni del fondo stradale, dello stile di guida e della modalità selezionata. 

Il DCC in abbinamento con la selezione della modalità di guida è disponibile a partire dalla versione Ambition. L