Qualcosa è cambiato. Anche se ogni automobilista rispetta un proprio rito, sempre uguale, nel momento in cui sale a bordo della propria vettura e si accinge a mettersi in viaggio.

Contro molti pronostici, gli italiani hanno quello di allacciare la cintura di sicurezza. Comportamento virtuoso o timore della sanzione, in particolare della decurtazione dei punti, fatto sta che questo semplice ma fondamentale accorgimento è ormai consuetudine per i nostri connazionali, almeno stando alle risposte date al sondaggio lanciato sulla propria pagina Facebook (oltre 200mila i follower) da AutoScout24, il sito leader in Italia e in Europa per la compravendita di veicoli online con quasi due milioni e mezzo di annunci.

Il 43% di chi ha risposto al quesito “Qual è il tuo primo gesto in auto?” ha indicato, infatti, l’opzione “Allaccio le cinture perché la sicurezza prima di tutto!”. 


Il dato conferma quanto evidenziato qualche mese fa da una ricerca commissionata a Gfk, effettuata a livello europeo. L’analisi aveva messo in evidenza che l’82,6% degli intervistati residenti nel nostro Paese ritiene infatti che la sicurezza debba essere la principale caratteristica dell’auto del futuro. Si infrange così un luogo comune secondo cui gli italiani sono sensibili in primo luogo alla linea della carrozzeria e alle prestazioni della vettura.


Non stupisce invece come al secondo posto si piazzi la risposta “Accendo la radio/lettore mp3 e cerco la mia colonna sonora preferita”. Il 37% dei partecipanti ha così confermato che per gli abitanti del Bel Paese la musica rappresenta una compagna insostituibile, anche a bordo della propria amata vettura. 

Che il tema della sicurezza stradale sia ormai considerato centrale da gran parte dell’opinione pubblica lo conferma il fatto che il 7% degli intervistati ha optato per la risposta “Accendo gli anabbaglianti”.
Meno entusiasmo ha riscosso invece la risposta “Accendo il climatizzatore perché ho sempre freddo/caldo”. Soltanto il 5% dei partecipanti al sondaggio ha votato in questo modo. Un 2%, invece, ha dichiarato che la sua prima azione a bordo è dettata dalla necessità di viaggiare il più comodamente possibile. Quindi o si toglie la giacca o cambia le scarpe (soprattutto se si è una donna). Stessa percentuale ha ottenuto la risposta “Attivo il Bluetooth del cellulare e faccio una telefonata per avere sempre un po’ di compagnia”.

Una curiosità: nessuno dei partecipanti ha deciso di dare la risposta “Attivo l’app per conoscere il traffico sul mio percorso”. Visto il livello di congestione delle nostre strade, soprattutto cittadine, non c’è da stupirsi. Il traffico è vissuto come fatto ineluttabile.