Carbon Black o Mineral White. Cento esemplari per ciascuna colorazione. Poche unità, per essere ancor più esclusiva. BMW M5 Competition Edition si presenta così, rivolgendosi a un pubblico di appassionati della berlina di Monaco di Baviera, quanti non si accontentano dei 560 cavalli offerti da una "normalissima" M5, né di arricchire lo stile con il Competition Package. Si rivolge anche a quanti hanno "perso" un'altra versione speciale, quella dedicata ai 30 anni del modello, la M5 30 Jahre. E' parte integrante dell'edizione speciale, che in Italia avrà un listino a partire da 164 mila euro e offrirà il V8 4.4 litri biturbo nello step da 600 cavalli e 700 Nm, abbinato al cambio doppia frizione 7 marce, mix capace di assicurare un tempo sullo 0-100 km/h di 3"9. Non solo motore più potente, anche tocchi stilistici dedicati. 

Oltre ai particolari in fibra di carbonio a vista, tra cui le calotte degli specchietti, lo spoiler in coda, le modanatura interne, i benefici del Competition Package integrato si contano sotto forma di un assetto ribassato di 10 millimetri, il differenziale regolabile con un'unità di controllo dedicata, l'assetto rivisto nella taratura di molle e ammortizzatori, nonché barre antirollio maggiorate: tutte misure che incrementano la motricità. C'è anche uno sterzo reso più diretto, intervenendo sull'elettronica di gestione del comando Servotronic.

Il corpo vettura poggia sui cerchi da 20 pollici a 7 razze sdoppiate, con finitura Jet Black e gommatura differenziata tra avantreno e retrotreno: 265/35 R20 e 295/30 R20. Specifico per il modello, il badge legato alla tiratura limitata, presente a bordo: "M5 Competition Edition 1/200" inserito sulla fascia in fibra davanti al passeggero. Interni con sedili in pelle Merino e cuciture Opal White, a regolazione elettrica, profilati per garantire un adeguato contenimento in curva e con il logo M5 ricamato sui poggiatesta. Altra specificità dell'edizione limitata - oramai al passo d'addio, in attesa della presentazione della futura generazione di BMW Serie 5 e la conseguente versione M - i tappetini coloro antracite, l'impianto audio Bang&Olufsen da 1.200 watt, la radio DAB, l'Head up display, l'assistente al superamento di corsia involontario, il BMW Driving Assistant e quattro sedili riscaldabili. 

BMW M5 1989: la prima berlina-missile