Negli anni l'evoluzione del cambio automatico è stata eccezionale. Da oggetto di lusso e molto"americano", sinonimo di comodità alla guida ma di poca emozione, la trasmissione automatica è diventata simbolo di efficienza e tecnologia.

E quindi non sta più dietro la lavagna: gli italiani al volante promuovono il cambio automatico. Secondo un sondaggio lanciato sulla propria pagina Facebook da AutoScout24, l’accessorio di cui gli automobilisti non possono fare a meno qualche anno fa avrebbe fatto inorridire i puristi della bella guida: la trasmissione automatica.

Con il 29% dei voti è in cima ai desideri di chi ha risposto al sondaggio. E in effetti negli ultimi anni, complice anche l’abbinamento con il selettori al volante, sempre più diffusi, questo tipo di optional è cresciuto inesorabilmente e oggi, secondo l’Unrae, l’Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri, equipaggia più del 15% delle vetture nuove e nel 2020, queste le previsioni, si dovrebbe arrivare al 25%

Il secondo optional più desiderato con il 16% sono i cerchi in lega. Una conferma che per gli italiani possedere una vettura “bella” attraverso la quale distinguersi riveste ancora una certa importanza. 

Al terzo posto sempre al 16% i sensori di parcheggio/telecamera posteriore. La scarsezza di posti auto unita all’aumento delle dimensioni del corpo vettura hanno di certo influenzato questa risposta. 

Al quarto posto i comandi al volante, con il 12% dei voti. A seguire un pari-merito con il 9% dove abbiamo due optional dalle caratteristiche opposte, ovvero gli interni in pelle  e il cruise control, anche questo da annoverare fino a pochi anni fa nella categoria delle americanate, ma dall’indubbia praticità sulle lunghe tratte autostradali. 

In fondo alla lista uno status symbol del passato, il tettuccio apribile con il 6% dei voti. E ultimo con l1%  il parcheggio assistito, l'assistenza alla guida non è in cima ai desideri. Per adesso.