Nei primi dieci mesi del 2016 gli italiani hanno speso per l’acquisto alla pompa di benzina e gasolio auto 42 miliardi. Rispetto allo stesso periodo del 2015 la spesa è calata del 10,3% per effetto di una diminuzione dello 0,8% dei consumi e di cali dei prezzi medi ponderati del 7,4% per la benzina e del 10,5% per il gasolio.

In valori assoluti il risparmio per gli automobilisti e le imprese italiane, da gennaio a ottobre, è stato di 4,8 miliardi e potrebbe arrivare a 5,5 miliardi a fine 2016. Queste cifre - elaborate dal Centro Studi Promotor - hanno certamente contribuito a sostenere la domanda di autovetture, che, come è noto, quest’anno è decisamente tonica. Anche nel 2015 il risparmio sul carburante rispetto all’anno precedente aveva influito sulla ripresa delle immatricolazioni, lasciando a disposizione degli italiani ben 7 miliardi, mentre, i risparmi erano stati di 3,9 miliardi nel 2013 e di 0,9 miliardi nel 2014. Il risparmio complessivo del periodo 2013-2016 è stato dunque di 17,3 miliardi.

La progressiva diminuzione della spesa per benzina e gasolio auto in Italia è legata alla dinamica favorevole dei prezzi alla pompa, che, dopo aver toccato un picco nel 2012 hanno subito marginali ridimensionamenti nel 2013 e nel 2014 e cali consistenti nel 2015 e nel 2016. La tendenza alla diminuzione dei prezzi dei carburanti, legata ovviamente all’andamento delle quotazioni del petrolio grezzo, potrebbe però essersi esaurita ed è possibile che nel 2017 vi sia un incremento dei prezzi alla pompa e quindi della spesa.

Il mercato dell’auto potrebbe quindi dover fare a meno della spinta derivante dal risparmio sull’acquisto di benzina e gasolio. Vi saranno però altri fattori che sosterranno la prosecuzione della ripresa e che saranno illustrati alla presentazione delle previsioni per il 2017 e 2018 per il mercato automobilistico italiano nel corso di una conferenza stampa del 40esimo Motor Show di Bologna.

Questa conferenza sarà infatti dedicata alla situazione e alle prospettive del mercato dell’auto, e verrà tenuta, in vista dell’apertura al pubblico del Motor Show, dal Centro Studi Promotor giovedì 1 dicembre alle 15.30 alla Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio a Bologna.