Quale è stato il marchio premium ad aver immatricolato più auto in Italia nel 2016? La risposta si trova nel comunicato stampa Audi: “Con 63.946 immatricolazioni, per l’ottavo anno consecutivo Audi si conferma in Italia leader del segmento premium delle autovetture”. Ma c’è anche un’altra riposta, che si trova nel comunicato stampa Mercedes-Benz: “Con 64.344 unità immatricolate Mercedes-Benz riconquista la leadership tra i costruttori premium di auto”. Qualcuno si è forse sbagliato con i numeri? No. Consultando i documenti dell’UNRAE che derivano direttamente dai dati forniti dal Ministero dei Trasporti arriva la conferma.

Nel 2016 Mercedes ha targato 64.344 vetture, mentre Audi si è fermata a 63.946. Una differenza di 398 unità che assegna chiaramente il primo posto alla Casa di Stoccarda. Ma allora perché gli uomini dei Quattro anelli si sono auto-assegnati il primo posto? Per una questione di sfumature o, se preferite, di punti di vista. Nel comunicato Audi, infatti, si parla di “autovetture”, categoria in cui la Casa di Ingolstadt non include la monovolume Classe V che nel 2016 è stata immatricolata in 1.282 unità.

Così, il consuntivo depurato di questo migliaio di “vetture” riporta Audi in testa.Tuttavia si tratta di una interpretazione che non ha nulla di ufficiale. La Classe V, infatti, è omologata come autovettura per trasporto passeggeri e ne può ospitare al massimo otto. Il discorso è diverso per il Vito, che pur essendo meccanicamente identico è omologato come furgone e infatti può trasportare anche 9 persone a bordo. La palma di primo marchio premium italiano va dunque alla Mercedes, ma c’è da scommettere che la battaglia per il 2017 sarà molto ardua