Con l'annuncio dei risultati finanziari 2016 di Toyota e dei marchi controllati, arriva anche la certificazione del sorpasso di Volkswagen sul costruttore nipponico in cima alla classifica del gruppo con il maggior numero di veicoli venduti in un anno. La partita si gioca su scarti minimi, considerato il volume in questione, oltre i 10 milioni di unità. Così, forte di 10 milioni e 310 mila veicoli (compresa la divisione mezzi pesanti), il gruppo Volkswagen stacca di 135 mila esemplari Toyota.

Il primo anno post-dieselgate per il gruppo tedesco ha riservato incrementi nelle vendite diffusi, già comunicati il 10 gennaio scorso. Più complesso lo scenario Toyota, tra produzione e vendite interne - sul mercato giapponese - e tra Europa, Nord America e America Latina. La ripartizione dei 10 milioni e 175 mila veicoli venduti dal gruppo Toyota conta 9.224.000 veicoli a marchio Toyota o Lexus, con un incremento dello 0,4% su base annua, il calo di Dahiatsu dell'1,7% (780 mila veicoli) e la crescita dell'1% della divisione mezzi pesanti HINO, con 170 mila unità: nel complesso, un +0,2% per il gruppo.

FCA, Marchionne: "Fusione con General Motors? Chiacchiere da bar"

Al calo della produzione in Giappone si contrappone un incremento, per il quinto anno consecutivo, della realizzazione di Toyota e Lexus in altre aree, Nord America ed Europa in particolare. Le vendite, analizzate per aree geografiche, registrano un calo delle esportazioni pari allo 0,6% di Toyota, mercato domestico sul quale Lexus incrementa di un 8,1% le vendite e, sommate al risultato del Toyota, porta a un complessivo di +6,5% nel 2016, a fronte del calo dell'1,7% delle vendite dei veicoli commerciali.