Chi non ricorda la mitica 155 V6 TI  dominare il DTM con la sua tremenda trazione integrale e il V6 Busso di 2.5 litri portato a 500 cavalli? Una chicca degli anni '90 quando Nicola Larini vinse il Deutsche Tourenwagen Masters e Alessandro Nannini infilò bellissime vittorie. Trionfi italiani in Germania, davanti al colosso Mercedes.

Qualcuno vorrebbe che quei tempi tornassero. Oggi la Giulia Quadrifoglio ha inanellato record al Nurburgring, impressionato anche nella nostra prova su strada e in pista, dove ha surlclassato le concorrenti dirette.

Quel qualcuno è Gerhard Berger. La richiesta viene da un diretto interessato. L'ex ferrarista e compagno di squadra di Senna è il manager del DTM. Per Gerhard, che vuole aumentare l'appeal del campionato fuori dalla Germania, manca solo il Biscione

Berger lo ha detto chiaramente ad Autosprint (numero 19). "Abbiamo 18 gare di cui 9 fuori dalla Germania, ci corrono Audi, Bmw, Mercedes. Manca solo il ritorno dell’Alfa Romeo, che i tifosi chiedono a gran voce. Ora che la Ferrari è di nuovo vincente in F1, sarebbe bello se l’Alfa Romeo affrontasse il Dtm con la Giulia, magari l’anno prossimo, perché una berlina prestigiosa di quelle caratteristiche troverebbe il suo vero campo di confronto e di lancio. Fossi Marchionne ci farei un pensierino. Io cominciai a correre con l’Alfasud e ho l’Alfa nel cuore, oltre alla Ferrari. E ho anche un’idea. Quella di far correre, ogni tanto, i piloti di F.1 nel Dtm. Ve l’immaginate la Mercedes con Hamilton e Bottas contro l’Alfa di Vettel e Raikkonen? Sono sicuro che uno come Sebastian si divertirebbe moltissimo. Dipendesse da loro, i piloti di F.1 guiderebbero ovunque, come una volta…".