Fumare in auto può svalutarne il valore fino a quasi 2.300 euro. Vero che le tentazioni ormai sono poche, difficile trovare portaceneri e accendini sui modelli più recenti. E proprio per questo secondo gli inglesi di Carbuyer, può provocare danni che fanno perdere valore fino a 2.000 sterline.

Stiamo parlando di fumatori seriali, genere non diffuso come una volta, ma nemmeno estinto. Ma qualche guaio, alla guida o passeggeri, a sedili, pannelli, cielo, porta o tappeti, si può sempre fare. E anche nella migliore delle ipotesi, un'auto di un fumatore emana un odore facilmente riconoscibile, che ai più può dare fastidio. 

Il cattivo odore su un'auto usata, su questo non ci sono dubbi, è un pessimo biglietto di presentazione. Carbuyer ha effettuato l'indagine online su 6.000 automobilisti. Ricavandone numeri interessanti. Ben l'87% (ovvero sette su otto) non acquisterebbe una vettura usata di un fumatore.

A questo bisogna aggiungere che un concessionario potrebbe essere molto più restio a ritirare, o a dare una buona valutazione di una vettura di un fumatore perchè ripristinarla costerebbe soldi. E quindi anche in questa transazione il valore sarebbe certamente più basso.