The Maserati of SUVs” . La casa di Modena ha presentato al Salone di New York il nuovo Levante Trofeo V8, semplicemente la vettura spinta “da uno dei motori più potenti mai montati su una Maserati”, per altro assemblato nello stabilimento Ferrari di Maranello. Tra le definizioni che possono fare storia, Il marchio del Tridente ha scelto per una delle vetture più significative della sua rinascita proprio la sigla che meglio di qualsiasi altra rappresenta le corse di oggi e di ieri. Contemporaneamente. E molto velocemente.

Levante Trofeo V8 adotta il V8 Twin Turbo di 3,8 litri tarato in funzione della trazione integrale intelligente Q4 e in grado di erogare 590 cv di potenza a 6.250 giri/min con una coppia massima di 730 Nm a 2.250 giri/min. Tutto questo vale prestazioni di assoluto rango, ovvero accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi e velocità massima oltre i 300 km/h. In ballo c'è la conquista di uno spazio nel nuovo segmento dei Super Suv, dove la linea di demarcazione tra Sport Utility e vetture sportive viene superata dalla gestione raffinata della trazione integrale in abbinamento ad un design senza sindromi di inferiorità rispetto alle granturismo da pista.

La Trofeo V8 ha una impronta inconfondibile che significa anche un restyling delle linee essenziali della Levante, a cominciare dal frontale con proiettori Full LED adattivi, dalla calandra con doppi listelli verticali in finitura Black Piano e dalla zona inferiore a nido d’ape, accompagnate da un nuovo disegno della fascia inferiore che rende la vettura, visivamente ora molto più compatta.

Seguendo una linea che è stata anche quella di Stelvio Quadrifoglio, anche Levante Trofeo V8 gioca pesantemente con le inevitabili prese d'aria sul cofano motore, trasformate in un segno distintivo del modello come lo sono i cerchi da 22” in alluminio forgiato, i più grandi mai montati su una Maserati. Per le profilature aerodinamiche, lo splitter inferiore, le mostrine delle prese d’aria anteriori, le minigonne laterali e l’estrattore posteriore che accompagna i quattro terminali di scarico ovali, inevitabilmente tanta fibra di carbonio laccata. Nel cofano, il colore di una sportiva di razza, con il coperchio motore realizzato ancora una volta in fibra di carbonio laccata, mentre le teste dei cilindri e i collettori di aspirazione sono verniciati in rosso.

Oltre il look che ha un senso, c'è poi la sfida che ha un motivo. Levante Trofeo V8 è costruito attorno al motore V8 Twin Turbo di 3,8 litri, con un basamento ridisegnato, una speciale configurazione dell’albero e soprattutto con nuovi turbocompressori a flusso maggiorato.

La leva del cambio automatico ZF a otto rapporti è stata ridisegnata e ha ora uno schema di cambiata nuovo e più facile da azionare per una migliore funzionalità. Alle modalità di guida Normal, I.C.E., Sport e Off Road si aggiunge ora la nuova modalità Corsa con funzionalità Launch Control, che esalta il carattere sportivo. Migliora la risposta del motore e aprendo le valvole di scarico in accelerazione, oltre a garantire cambiate più rapide, un assetto più basso delle sospensioni pneumatiche, uno smorzamento più sportivo del sistema Skyhook e un’impostazione ottimizzata della trazione integrale intelligente Q4.  Per la prima volta nel Levante è stato inserito il sistema di controllo integrato del veicolo (IVC), che garantisce una dinamica di guida di alto livello, prevenendo l’instabilità della vettura anziché limitarsi a correggere gli “errori di guida”.

La produzione del Levante Trofeo V8 inizierà la prossima estate nello stabilimento Maserati di Mirafiori a Torino. Inizialmente, il Levante più veloce di sempre sarà destinato ai mercati extra-europei, inclusi USA e Canada.