Aston Martin DBS Superleggera, una super GT dal profumo vintage

Aston Martin DBS Superleggera, una super GT dal profumo vintage

La sigla venne usata per la prima volta nel 1967 e tornerà per individuare una super GT sviluppata partendo da DB11 e con il contributo della Carrozzeria Touring per un'operazione alleggerimento a vantaggio delle prestazioni

18 aprile 2018

Superleggera e DBS bastano da sole per rimandare immediatamente alla Carrozzeria Touring e Aston Martin, senza necessità di sottolineare un'appartenenza logica e scontata per i cultori del verbo GT. Aggettivo e sigla in grado di far storia a sé. Appuntamento a giugno per scoprire il nuovo capitolo scritto con Aston Martin DBS Superleggera, una generazione che arriva a 51 anni dalla prima David Brown Sports, spiegazione di una sigla legata intimamente alla proprietà subentrata nel 1947. 

Il contributo della Carrozzeria Touring si concretizza non solo nell'applicazione della targhetta Superleggera sui passaruota anteriori, anticipa le soluzioni di alleggerimento che caratterizzeranno la granturismo sviluppata partendo dal pianale e dal motore V12 5.2 litri twin-turbo di Aston Martin DB11. Proporzioni immutate, diverso stile avrà il frontale, la calandra si farà più ampia e ruberà spazio alla fascia paraurti in basso, al posteriore invece scopriremo gruppi ottici dall'andamento probabilmente modificato. Quattro terminali di scarico, un diffusore specifico, sono altri contenuti attesi sul top di gamma che conclude il rinnovamento dell'offerta Aston Martin.

Avrà una veste aerodinamica molto più sviluppata che non sulla DB11, dalla quale riprende le aperture dietro le ruote anteriori. Forme diverse avranno le minigonne, lame alimentate dai vortici d'aria estratti dal vano ruota, lo splitter anteriore sarà molto più pronunciato e sul cofano motore troveremo due griglie di evacuazione dell'aria più ampie rispetto a DB11, per un migliore smaltimento termico. Indiscrezioni legate alla potenza che sarà in grado di erogare il V12 twin-turbo dicono di una soglia prossima ai 700 cavalli, dai 608 del modello dal quale trae ispirazione.

Aston Martin V8 Vantage, ambizioni aggressive: la prova

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi