Se questo non è amore… Una “Grande P lunga” di ottanta metri è tornata in pista. Il simbolo globale di Pirelli aveva fatto la storia nel 1978, con una bella trovata. Adesso è s'è rinnovata, a Monza nell’autodromo tempio storico della velocità grazie a un lavoro di concerto. Quarantuno le auto di GT3, che si sfidano nel campionato Blancpain GT Series, centocinquanta persone coinvolgere per schierare gli oltre 22.000 cavalli nel modo giusto. Una P lunga, ma anche larga: diciotto metri.

Ed eterogenea, zeppa di auto “prestige” di cui Pirelli è fornitore leader, ma con stili, tecnologie e meccaniche differenti. Le “scarpe” però erano in comune: i pneumatici della Bicocca, simbolo assoluto di sportività, ben prima di diventare fornitore unico della Formula Uno.

Messa in fila l’elite delle quattro ruote: Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Ferrari, Jaguar  Lamborghini, Lexus, McLaren, Mercedes-AMG, Nissan e Porsche. Un ritorno speciale, a quaranta anni da un’idea senz’altro brillante. Realizzata grazie anche alla collaborazione di SRO, l’organizzatore del campionato GT3, dove si sfidano i nomi più altisonanti dell’automobilismo.