Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Huracàn di Papa Francesco al settimo cielo: venduta per 715.000 euro

La Lamborghini donata a sua Santità battuta a un'asta di Sotheby's a Monte Carlo: il ricavato in beneficienza

di Francesco forni

13 maggio 2018

Papa Francesco ovviamente non aveva bisogno di viaggiare veloce. Le sue parole arrivano subito, a moltissimi credenti e non, in tutto il mondo. Come era stato deciso l’esemplare unico di Lamborghini Huracán RWD, donato a Sua Santità lo scorso novembre è andato all’asta per beneficienza. Un pezzo speciale, assemblato da "Ad personam", il dipartimento di personalizzazione Lamborghini. Di colore bianco Monocerus con strisce giallo Tiberino, omaggio ai colori della bandiera di Città del Vaticano.

Il modello è stato battuto a 715.000 euro nel corso dell’asta di RM Sotheby’s di sabato scorso presso il Grimaldi Forum di Monte Carlo.

Il ricavato della vendita sarà consegnato a Pope Francis. Che lo destinerà a tre iniziative. Ovvero la ricostruzione nella piana di Ninive per mezzo della Fondazione di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa che Soffre”. Il progetto intende garantire il ritorno dei Cristiani nella Piana di Ninive in Iraq attraverso la riedificazione delle loro abitazioni, delle strutture pubbliche e dei luoghi di culto.

Una Lamborghini Huracàn per Papa Francesco

Una Lamborghini Huracàn per Papa Francesco

Il Papa ha ricevuto in dono da Automobili Lamborghini uno speciale esemplare di Huracàn RWD realizzata da “Ad Personam”. La carrozzeria è in colore bianco Monocerus con strisce giallo Tiberino, che corrono lungo la carrozzeria in omaggio ai colori della bandiera di Città del Vaticano. La vettura sarà messa all’asta da RM Sotheby’s il 12 maggio 2018 e il ricavato sarà consegnato direttamente al Santo Padre, che ha deciso di destinarlo alla Comunità Papa Giovanni XXIII e altre tre associazioni benefiche. 

Guarda la gallery

E poi  Comunità Papa Giovanni XXIII (donne vittime della tratta e della prostituzione) nel decennale della morte di Don Oreste Benzi e nel 50° anniversario (nel 2018) della fondazione della Comunità stessa, ”Progetto Casa Papa Francesco”.

Infine le due associazioni italiane che svolgono attività soprattutto in Africa, la Gicam del Professor Marco Lanzetta (chirurgia della mano) e Amici del Centrafrica che da anni opera con progetti dedicati soprattutto a donne e bambini.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi